Saturday, April 15, 2006

Adios


E dopo l'ultima notte in downtown, chiudiamo baracca e burattini, facciamo le valigie e ripartiamo.
Questo è l'ultimo post che scrivo dalla pazza ammerica, e ora, contento, ma con la classica malinconia da partenza, si torna a casa......
Adios!

Friday, April 14, 2006

Sax sopranino

Oggi ultima lezione con dr. Fischer, e dopo aver provato il sax basso sono andato all'altro estremo e ho provato il sax sopranino, anche questo per la prima volta. Beh, figo, ma preferisco gli strumenti gravi.....anche se costano di più.....
Lezioni finite dunque, nel pomeriggio ho poi fatto il secondo concerto con l'orchestra di saxofoni, con solo una prova anche stavolta: tutto ok, bravo anche il solista, Ibert è è molto difficile ma Mark (il saxofonista barbuto....) ha fatto una gran bella figura.
Forse ci sarà ancora spazio per un'apparizione in un concerto jazz domani sera, e poi sarà davvero finita anche questa lunga avventura in mezzo agli yenkis....
Bella avventura, ho finalmente potuto vedere dal vivo il paese dalle mille contraddizioni, dove a 16 anni puoi comprarti un fucile e guidare la macchina, ma non puoi berti una birra in un locale, scuole dove gli studenti hanno tutto il desiderabile ma alla fine vengono surclassati dai colleghi europei. Mi spiegavano che i concorsi di musica qui vengono vinti tutti da musicisti stranieri, non c'è proprio storia.
Tornerò nella vecchia Europa contento di dove sto, abbiamo mille problemi, ma viviamo meglio, più sani e con molta più cultura....
Europeans do it better.....

Wednesday, April 12, 2006

Ibert

Domani nuovo concerto con l'orchestra di saxofoni, questa volta in programma il Concertino di Jacques Ibert: trascrizione molto bella, è molto divertente da suonare in orchestra. E di sicuro è più semplice rispetto alla parte del solista, che questa volta sembra essere bravo, soprattuto rispetto al solista di Glazounov. Inoltre è barbuto, un po' in carne, veste un po' dimesso e suona il baritono. Difatti ci siamo guardati, ci siamo messi a ridere e siamo andati a bere una cosa insieme......

Sax basso


Il gran giorno è infin giunto: eccomi con il sax basso!! Cazzo se è grosso: ma come suona.......
In questo momento vorrei essere non dico ricco, ma con quei due soldini in più da poterlo comperare: va beh, arriveranno, uno strumento così non me lo faccio sfuggire!
Devo essere malato a voler suonare una bestia così, ma che ci volete fare, pazzo sono e pazzo rimango.....

Tuesday, April 11, 2006

A casa!

Bello svegliarsi (quando da voi sono le 16) e vedere come prima cosa che quella faccia di merda del Berlusca se ne va casa!
Un brindisi da lontano!

Lontano

Che effetto seguire il delirio delle elezioni da così lontano: è la prima volta che non ci sono da quando posso votare, e manco proprio in una delle tornate elettorali più calde e tormentate della storia. Continuo ad aggiornare le pagine internet per cercare di capire che sta succedendo, ma se già in Italia si capisce poco, qui è ancora più difficile.
Considerazioni aspetto a farne, voglio vedere i risultati davvero definitivi, certo che l'impressione è di vivere in un paese un po' assurdo, soprattutto ora che lo guardo da fuori.....
Vedremo domattina......

Saturday, April 08, 2006

Concerto


Ieri, prima dello spettacolo della NBA, ho fatto il concerto con l'orchestra di saxofoni del Dr. Fischer. Abbiamo suonato una trascrizione per questa formazione, sax sopranino, due sax soprani, quattro alti, tre tenori, tre baritoni, un sax basso, del concerto per sax alto e orchestra di Glazounov.
Il concerto è andato abbastanza bene, anche se il solista non era certo eccezionale, e il livello dell'orchestra era molto eterogeneo: il mio compagno di leggio, che aveva le parti da mesi, sbagliava le note o entrava prima........
In ogni caso, primo concerto negli States andato, in una sala davvero bella.
In Italia, però, suoniamo meglio..........

Atlanta Hawks 114 - Washington Wizards 101


Che spettacolo!!!!!!!!
Ancora non ci credo: ho visto una partita NBA! Uno dei sogni adolescenziali realizzati: non capita spesso.....
Impianto enorme, luci paillettes e lustrini (quanto sono trash sti yenkees.......) e poi loro, i giocatori....
Partita tra l'altro anche molto bella, schiacciate a più non posso, spettacolo puro! Ho gli occhi che ancora luccicano.....
E poi il contorno, assolutamente assurdo: cheerleaders che ballano anche durante la partita, pubblicità in ogni momento e modo, pupazzi, nani e ballerine... ad ogni interruzione di gioco succedeva qualcosa, sponsorizzato da qualcosa di diverso.... e il pubblico urla a comando, il grandeschermo decide quando....
Insomma, partita grandiosa e contorno surreale.........ma che figata!!!!!!

Thursday, April 06, 2006

Lezioni?

Stamattina mi alzo di buon mattino alle 7:30, mi preparo per la mia seconda (...) lezione di sax in una settimana e mezzo, arrivo lì 5 minuti prima, come se fossi una persona seria, e Mr Fischer, dopo una attesa di quasi mezzora, mi fa mandare a dire che non può venire, di passare o nel mattino o nel pomeriggio.... Ripasso a mezzogiorno e non c'è di nuovo..... In una settimana e mezza ho fatto una lezione di un'ora e una prova di un'ora e mezza..... E' un'esperienza spettacolare dal punto di vista umano, delle amicizie, di quello che sto vedendo, ma di certo dal punto di vista musicale l'unico aspetto positivo è che sto studiando un sacco lo strumento, cosa che a casa faccio più fatica a fare negli ultimi tempi.
Che dire, non lamentiamoci davvero dell'Italia!

Tuesday, April 04, 2006

Nba

Ancora non ci credo: signori, venerdì sera, ore 19 di Atlanta, assisteremo ad Atlanta Hawks - Washington Wizards, match valido per la regular season della stagione 2005-2006 della NBA. Non aggiungo altro.

Alcool

Nell'ultimo post parlavo di contraddizioni ammericane: ebbene, domenica sera vado a fare un po' di spesa (qui i supermarket sono aperti 24 ore su 24 sette giorni su sette..) e mi viene detto che non posso comprare alcool perchè è domenica. Giorno del Signore.....

La sera prima in giro per la downtown di Athens erano tutti ubriachi marci, per loro uscire sembra voler dire solo distruggersi di alcool e basta. Se hai meno di 21 anni non entri in un locale, se ne hai 22 ti ammazzi di bere. E' nota la mia passione per il bere, ma credo che le cose vadano fatte con un minimo di classe: i trentenni qua sembrano avere 14 anni, mentre sboccano per strada e ti urlano insulti gratuiti, con la sbronza come unico obiettivo della serata, di tutte le serate, almeno quelle che abbiamo visto finora. Mettono un po' tristezza....
Ma non rinnego certo una mia passione: ode all'alcool dunque, ma con un po' più di classe.
E in più non sono neppure capaci a fare i cocktails.......... Missing Nocino!!!